History

Quanto espresso nella nostra Mission costituisce il manifesto della nascita della Società, presentata il 30 maggio 2007 nell’Auditorium di Telecom Italia a Roma, in occasione di un apposito Workshop sulla telemedicina.

La Società è nata dall’interazione di personalità del mondo medico-scientifico universitario (Firenze, Camerino, Messina), ospedaliero (A.O. “San Camillo-Forlanini” di Roma) ed associativo, quali la Società Italiana di Medicina Generale (SIMG), la Federazione Italiana Medici di Famiglia (FIMMG) e la Società Italiana Sistema 118 (Medici dell'Emergenza-Urgenza).

Essa si è posta l’obiettivo di promuovere e valorizzare le tecnologie più efficaci per la salute dei cittadini e le tendenze gestionali e organizzative più all’avanguardia a livello internazionale, al fine di permettere al mondo scientifico e medico di avvalersene ed essere, così, maggiormente competitivo, snellendo, al tempo stesso, gli iter di processo medico sanitari.

La visione organica e di ampio respiro della Società le permette, infatti, di porsi come riferimento a livello nazionale, risultando, in questo modo, un ente che non entra in conflitto con le politiche e le scelte proprie delle singole regioni, ma che è da intendersi come una guida tecnologica e scientifica per l’intero sistema Paese, come ponte da tramite con la cultura e l’innovazione di matrice europea e d’oltreoceano.

Esempi pratici di ambiti in cui la Società ha interesse ad agire sono la diffusione a livello nazionale di determinati servizi di telemedicina, quali la teleassistenza domiciliare, il telemonitoraggio medicale delle patologie croniche, il teleconsulto specialistico, la telechirurgia e la loro sistematizzazione nel Servizio Sanitario Nazionale.

La Società, quindi, non rappresenta soltanto un ponte verso altre geografie e tecnologie, ma anche tra il mondo scientifico medico accademico, i cittadini e le istituzioni governative.

E’ interessante sottolineare come determinate tematiche care alla Società possano, oltre che migliorare ed uniformare il panorama tecnologico nazionale italiano, essere di notevole rilevanza per le scelte strategiche e di immagine promosse dal nostro mondo politico: l’adozione di soluzioni tecnologiche omogenee comporterebbe, oltre ad un incremento della qualità del Servizio Sanitario Nazionale, anche un notevole risparmio dal punto di vista della spesa sanitaria.

Obiettivo interno della Società è quello di coinvolgere l’opinione pubblica e gli operatori sanitari in merito a tematiche riguardanti l’applicazione della telemedicina nella prassi comune ospedaliera e territoriale, al fine di avere maggiore eco e solidità al momento del confronto con i decisori pubblici.

A tal fine la SIT ha ideato e promosso una Roadmap italiana della Telemedicina, tavola rotonda itinerante delle Associazioni (ISfTeH, EHTEL, AITIM, AIIC, AIIM...), Enti (CIRM, Consorzio Telemedicina Regione Veneto, Medmatic@...) ed Istituzioni (ISS, CNR...) che nel nostro Paese si occupano di telemedicina, per promuoverne la sua messa a regime. La  prima riunione si è svolta a Vicenza il 6 ottobre 2007 in occasione di Medmatic@ 2007 e l'ultima nuovamente a Vicenza il 30 ottobre 2008 (Medmatic@ 2008), passando attraverso Bari (VIII Congresso AITIM), il 15 dicembre 2007 e Bologna (Exposanità 2008), il 30 maggio 2008. La collaborazione con l'Ospedale “San Giovanni Calibita – Fatebenefratelli” all'Isola Tiberina di Roma ha portato all'organizzazione, il 17 e 18 novembre 2008, del “I Meeting di Medicina Telematica” dove si sono poste le basi per la fondazione di quella Medicina Telematica che, al di là del valore semantico della definizione, sottolinei il primato ed il significato insostituibilmente professionale ed umano dell'atto medico, di cui l'innovazione tecnologica, anche la più sosfisticata ed evoluta, rappresenti solo la leva moltiplicatrice senza mai prenderne il sopravvento.

Queste tematiche saranno riprese ed approfondite nel corso delle “Giornate nazionali di studio in Medicina Telematica” che la Società ha organizzato a Firenze nei giorni 8, 9 e 10 aprile 2010, nell'ambito del suo Primo Congresso Nazionale, unitamente al Ministero della Salute, alla Regione Toscana, all'Istituto Superiore di Sanità, al FORMAS - Laboratorio per la Formazione Sanitaria della Regione Toscana, all'Azienda Ospedaliero-Universitaria “Careggi” di Firenze ed alla Fondazione per la Sicurezza in Sanità dove, oltre ad essere presentate le “best practices” di telemedicina, è stato enunciato anche il Manifesto italiano della Medicina Telematica.

Nel frattempo la SIT ha organizzato altri convegni di rilievo nazionale come lo Special Focus sul Risk Management in Telemedicina, presso il III Forum Risk Management in Sanità, svoltosi ad Arezzo il 27 novembre 2008, il Workshop di Telemedicina presso il SANIT 2009, VI Forum internazionale della salute, svoltosi al Palazzo dei Congressi di Roma il 24 giugno 2009, il Convegno nazionale sull'Innovazione tecnologica in Sanità, svoltosi ad Aprilia il 30 giugno 2009, il Convegno nazionale “Torino capitale dell'innovazione tecnologica” tenutosi presso l'Azienda Ospedaliero-Universitaria “San Giovanni Battista” alle Molinette di Torino, il Workshop sul Telemonitoraggio medicale, svoltosi a Pisa il 13 novembre 2009 nell'ambito del V Congresso Nazionale della Società Medica Interdisciplinare Promed Galileo, lo Special Focus sulla Teleassistenza presso il IV Forum Risk Management in Sanità, svoltosi ad Arezzo il 25 novembre 2009, il Workshop sulla Telemedicina per la disabilità presso Exposanità 2010, svoltosi a Bologna il 27 maggio 2010, l'importante Convegno svoltosi il 22 giugno 2010 presso la Presidenza della IX Commissione (Telecomunicazioni) della Camera dei Deputati, il Workshop sulla Sanità elettronica presso il SANIT 2010, VII Forum internazionale della salute, svoltosi al Palazzo dei Congressi di Roma il 24 giugno 2010, il Convegno sulla Teleassistenza domiciliare, presso il V Forum Risk Management in Sanità, svoltosi ad Arezzo iil 25 novembre 2010, dove fu presentato il Progetto della ASL n.8 di Arezzo ed il 2° Congresso Nazionale di Telemedicina, svoltosi, nell'ambito del VI Forum Risk Management in Sanità, il 23-24-25 novembre 2011 ad Arezzo e promosso dal Ministero della Salute, dall'Istituto Superiore di Sanità e dalla Fondazione per la Sicurezza in Sanità, che ha visto, tra l'altro, la presenza del Professor Sergio Bertolucci, Direttore della Ricerca e dello Scientific Computing del CERN di Ginevra, che è stato insignito della nomina di Socio ad honorem della SIT. Infine a Bologna, il 16-17-18 maggio 2012 il 3° Congresso Nazionale di Telemedicina presso Exposanità 2012 con il videomessaggio del Ministro della Salute professor Renato Balduzzi. 

 

Videomessaggio del Ministro Balduzzi al Congresso